Golf Club Margara – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

Benvenuti A Margara!

A Margara vivrai un’esperienza in assoluta armonia. Situato nel Monferrato, rinomato per le sue colline sinuose, i vini prestigiosi e la deliziosa cucina, questo rinvigorente paradiso dei golfisti è sinonimo di benessere e rigenerazione.
Il Golf Club Margara, fondato nel 1972, si trova a breve distanza dal paese di Fubine Monferrato, recentemente dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Diamo il benvenuto con orgoglio a turisti e giocatori di golf professionisti, provenienti da tutto il mondo, che desiderano giocare sui nostri campi di fama internazionale.
Il nostro golf club vanta due campi da campionato, teatro di 22 European Challenge tour, 1 Ladies Italian Open e diversi Campionati Nazionali Italiani.

Golf Club Franciacorta – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

 
La nostra storia
Era il 1927 quando il barone Edoardo Pizzini Piomarta fece costruire, nel verde di Borgonato, il primo “Golf Club di Franciacorta”. In poco meno di vent’anni di vita, il Golf Club di Franciacorta crebbe e seppe conquistarsi un posto di primo piano nell’ambito del panorama golfistico lombardo e non solo.

Il Golf è tornato ad essere protagonista in Franciacorta nel 1984 per volere di Vittorio Moretti, già allora affermato imprenditore nel campo dell’edilizia, produttore di vini prestigiosi e – soprattutto – molto legato alla sua terra, che fondò l’attuale Club.

Moretti e altri diciotto soci fondatori hanno dato vita all’ASD Franciacorta Golf Club, scegliendo come location per l’ambizioso progetto l’ex cava di argilla di Corte Franca, immersa nel verde dei vigneti franciacortini.

I tempi dei lavori si possono definire senza timori “record”: infatti, tutti i terreni necessari sono stati acquisiti in soli quattro mesi e nella primavera del 1985, grazie al fondamentale sostegno del Comune di Corte Franca, tutte le necessarie autorizzazioni erano già state concesse. A soli otto mesi dalla presentazione del progetto, hanno avuto inizio i lavori di movimentazione della terra e dopo nemmeno un anno da quella data le prime diciotto buche erano già una realtà.

La ricchezza d’acqua di questa enclave della Franciacorta è stata sfruttata dagli architetti Pete Dye e Marco Croze – i progettisti del nuovo Franciacorta Golf Club – che hanno saputo creare un percorso tecnicamente impegnativo e ricco di fascino e, nello stesso tempo, “dolce” come il territorio che lo ospita e perfettamente integrato nel contesto naturale circostante.

Primo Presidente dell’ASD Franciacorta Golf Club è stato Giovanni Cavalleri, con a capo della Segreteria Paolo Tadini. La prima Club House, invece, era ospitata da una vecchia cascina riadattata, la “Castagnola”.

Nel luglio del 1986 il nuovo Campo è stato inaugurato ufficialmente. Nel frattempo proseguivano le opere di completamento della struttura, con la realizzazione delle 9 buche executive e della nuova Club House progettata dall’architetto Paolo Dabbeni, inaugurata nell’estate del 1987, unitamente ai campi da tennis ed alle piscine.

Il Franciacorta Golf Club è stato scelto dalla Federazione Italiana Golf già nel 1989 per l’organizzazione del Campionato Nazionale Pulcini e Cadetti, che si è poi svolto nuovamente qui nel 1992, mentre nel 1997 è stato la sede del Campionato Italiano Assoluto Foursome. Nel 1990 il Club ha organizzato il suo primo Campionato Sociale.

Negli anni l’ASD Franciacorta Golf Club ha ospitato molti campionati nazionali, come il campionato Mid Amateur (1998), Seniores (1999), Campionato a squadre di Serie A2 (2002), Mid Amateur (2005), Foursome (2006), PGA Seniores (2006), Senior PGA Italian Championship (2008 e 2009).

Il Club ha ospitato anche diversi eventi internazionali: l’Alpen Cup (2000 e 2006), l’Internazionale Ladies d’Italia (2007), e l’European Masters Senior Championship and Cup (2010).

Golf Dei Laghi – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

l Golf dei Laghi vi aspetta…
…per vivere una giornata, per passare un weekend, per sceglierlo come punto di ritrovo con amici.
Accade questo al Golf dei Laghi: ci si lascia sedurre dal paesaggio, dalle buche mosse, dagli alberi secolari che delimitano il percorso… e subito dopo ci si lascia stuzzicare dall’approccio conviviale e aperto dei soci, dalle serate allegre e dalle chiacchiere sui risultati della giornata.

18 buche da vivere con passione…
Inaugurato nel 1993, è stato progettato dall’architetto Piero Mancinelli e costruito in un’area prevalentemente boschiva un tempo di proprietà della famiglia Visconti.
Non si tratta di un campo particolarmente lungo, ma i numerosi ostacoli naturali (alberi, laghetti, ruscelli) impongono spesso di piazzare il colpo con particolare attenzione per rendere veramente agevole quello successivo.

La caratteristica del percorso è rappresentata dal fatto che vi sono sei buche assai ampie in pianura, altre sei buche che si snodano in mezzo ai boschi, ed infine sei buche in una zona collinosa. Il disegno del tracciato consente, poi, di giocare due, sei, nove o diciotto buche terminando sempre vicino alla club house. Il tracciato mosso e collinare offre scorci mozzafiato sul Monte Rosa e sul Lago Maggiore e rende il gioco stimolante e piacevole per i giocatori di tutti i livelli, richiedendo cura e strategia di gioco. Un percorso da amare, più che da sfidare.

Sentirsi a proprio agio ad ogni livello di gioco
Ogni buon giocatore sa quanto sia importante la pratica e ogni neo-giocatore necessita di un luogo adatto dove potersi esercitare con regolarità e tranquillità, potendosi confrontare anche con golfisti di livello superiore al suo.
Per questo il Golf dei Laghi ha creato le strutture di pratica in una zona centrale della vita del Club, in modo da facilitare un accesso comodo e frequente a tutti i giocatori.
Nella zona riservata alla pratica si trovano 26 postazioni scoperte e 6 coperte, pitching green per esercitazioni di tiri corti da varie distanze e dai bunkers, chipping green per i colpi al green e putting green.

Vivere il Club
Tutta la giornata gira intorno alla Club House, ricavata dalle vecchie scuderie dei Visconti. Costruita nella zona più centrale del campo, garantisce gli accessi ad ogni buca e al campo pratica, facilitando i contatti e i momenti di convivialità.
Bar e Ristorante sono stati premiati con il Premio Mistretta come migliore ristoratore di circolo e grazie alla cucina, la sala ristorante accoglie molti soci e amici durante i fine settimana. Gli spogliatoi maschili e femminili sono spaziosi e dispongono entrambi di sauna.

Lasciarlo diventa poi difficile.
Noi vi aspettiamo: per stupirvi, per affascinarvi, per conoscervi. E per giocare insieme.

Garda Golf – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

27 BUCHE DA CAMPIONATO SU 110 ETTARI

PER VIVERE LA VOSTRA PASSIONE

Sport, natura e ospitalità nella splendida cornice del Lago di Garda. Tutto questo è Gardagolf Country Club, uno dei migliori Golf Club d’Italia.

Gli esperti considerano Gardagolf Country Club uno dei migliori percorsi costruiti negli ultimi trent’anni. Ubicato in un’ area di 110 ettari e progettato da architetti britannici, Gardagolf Country Club include 27 buche da campionato tra la Rocca di Manerba, il castello di Soiano e le colline della Valtenesi, con vista panoramica di straordinaria bellezza… + scopri di più

Golf Club Lecco – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

Il Golf Club Lecco nasce nel 1996 dal precedente Golf Club Royal Sant’Anna. Le strutture originali del 1600, completamente restaurate nel pieno rispetto delle antiche costruzioni, sono ora la sede della Clubhouse, della Buvette, del Bar e del Ristorante Tiara, aperto anche ai non soci.  Una stupenda piscina è sempre a disposizione dei nostri soci durante i mesi estivi per momenti di svago e relax.   Il Campo pratica ha 8 postazioni coperte e 15 scoperte, 3 buche Pich & Putt, un ampio putting green.

In Buca per Giacomo 2022

La gara intitolata ” In Buca per Giacomo “, alla sua quinte edizione, è organizzata in memoria di Giacomo Perissinotto, che all’età di 7 anni è scomparso per una leucemia. Il fine della manifestazione è quello di raccogliere fondi da destinare al Comitato Maria Letizia Verga attraverso la partecipazione dei giocatori in gara, alla cena e all’aiuto degli sponsor.
Il comitato Maria Letizia Verga.
Storia
L’ostinazione dei sogni e la forza dei ricordi.
“Quasi 40 anni insieme, da quando non esisteva l’idea che la leucemia infantile potesse essere curata al traguardo di oltre l’85% dei bambini guariti. Un percorso lungo ed emozionante che dobbiamo proseguire, INSIEME.”
Giovanni Verga
https://comitatomarialetiziaverga.it/chi-siamo/storia/

Golf Tolcinasco – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

Storia
Inaugurato nel 1993, il Castello Tolcinasco Golf Resort & Spa è uno dei circoli più prestigiosi d’Italia. È ubicato nel Comune di Pieve Emanuele, in prossimità di Milano 3 e della tangenziale Ovest, a circa 13 chilometri dal Duomo di Milano.
I suoi percorsi si sviluppano per circa 110 ettari intorno a uno splendido castello del XVI secolo. Le 27 buche dei tre percorsi da campionato ai vertici per varietà, modernità e completezza, sono opera di Arnold Palmer, uno dei più apprezzati giocatori di tutti i tempi e golf designer a livello mondiale.
Il circolo dispone inoltre di un Percorso Executive di 9 buche. Il Castello Tolcinasco Golf Resort & Spa ha avuto l’onore di ospitare ben 5 Open d’Italia dal 2004 al 2008.

Un paradiso per il Golf
Le 27 buche di campionato del percorso sono tipiche della filosofia del grande Arnold Palmer, soprannominato “The King”, che è sempre stato considerato uno dei più fondamentali ambasciatori del golf nel mondo.
La sua concezione coincide in primo luogo con la vocazione di diffondere il gioco tra il maggior numero possibile di praticanti. Allo stesso tempo un campo con la firma di Palmer, proprio per il “marchio” che lo distingue, rappresenta però una sfida appassionante anche per il giocatore che voglia misurarsi con il Golf in termini agonistici.
L’affermazione può apparire inconciliabile, ma lo sportivo esperto che abbia già superato le delusioni dell’air shot o del socket, che sappia scegliere razionalmente in prossimità del green fra il ferro 7 a correre o il più problematico ferro 11, o addirittura il giocatore in grado di usare il difficilissimo ferro 2 contro vento, troverà su un campo di Palmer un avversario severo, ma leale.
Eppure, anche chi comincia ad avvicinarsi a questo splendido sport potrà gustare sullo stesso campo le soddisfazioni consentitegli dal suo livello di maturazione tecnica e “ascoltare per la prima volta il suono della pallina colpita nel modo giusto”.

Golf Club Ambrosiano – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

Il Golf Club Ambrosiano nasce nel 1992 dalla penna dello studio di progettazione americano Cornish & Silva ed è uno dei percorsi golfistici italiani più divertente ed impegnativi.  Il percorso, 18 buche PAR 72, ha green molto mossi e ampi, numerosi bunker e ben 12 buche circondate da specchi di acqua di varie dimensioni.   Opera del noto progettista americano Daniel Silva, è un esempio di quello che un capace professionista riesce a inventare, per divertire golfisti di ogni livello, pur partendo da un terreno piatto . Un campo veramente impegnativo, con 12 buche interessate dall’acqua, green grandi e piuttosto mossi e un grande numero di bunker.

Golf Villa Paradiso – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

CIRCOLO

Immersi nella splendida cornice del Parco Naturale dell’Adda, si estendono 80 ettari di scenario mozzafiato. Il Golf Club Villa Paradiso è situato tra il fiume Adda e un colle boschivo, a soli 20 minuti da Milano e Bergamo. Un’oasi di pace e tranquillità, dove regna una perfetta sinergia tra sport e natura. Un’ equilibrio difficile da trovare altrove ma facile da raggiungere.

Bellissimo percorso progettato e realizzato ad inizio secolo da Franco Piras, per volontà dell’allora proprietario Aldo Valtellina (all’epoca proprietario anche del G.C. IS MOLAS), inaugurato nel 2001, vincendo subito il riconoscimento come miglior campo di nuova costruzione.

Dal novembre 2019 il circolo è stato preso in gestione dal Gruppo Colombo (CO.GE.FIN.), già proprietario del Golf Brianza (18 buche) e Golf Camuzzago (9 buche), in prospettiva di acquisizione anche del Golf Villa Paradiso al fine di creare un interessante polo golfistico.

Golf Club Carimate – Gara 18 buche stableford hcp 3 categorie.

La Storia – Una tradizione nata nel 1962
Il Golf Club Carimate nacque nel 1962, creato insieme ad un insediamento residenziale a ville che già a quell’epoca prendeva in considerazione l’aspetto naturalistico del concetto di vivere in mezzo al verde di un campo da golf. Oggi Carimate viene preso come esempio per qualsiasi iniziativa immobiliare da ogni imprenditore interessato a mantenere prioritario il rispetto per l’ambiente. Questo bellissimo comprensorio è situato sulle prime colline brianzole, a metà strada tra Milano e Como. La sua storia inizia nel 1955, anno in cui la baronessa Arnaboldi Cazzaniga, appartenente a una famiglia nobile che risiedeva nella zona dal 700, decise di vendere il parco e il castello annesso alla Società Generale Immobiliare di Roma. La grande estensione della tenuta era perfetta per realizzare un progetto ambizioso tenendo come punto di riferimento centrale l’antico maniero, sviluppare un quartiere residenziale fatto di ville (circa 400 nessuna più alta della vegetazione circostante) e costruire nei restanti 60 ettari un campo da golf.